Altro

    Coronavirus, così la tecnologia ci aiuta a combatterlo

    Coronavirus tecnologia

    Non c’è solo la ricerca tradizionale, a contrastare l’avanzata del Coronavirus ci pensa anche la tecnologia, attraverso algoritmi, machine learning, intelligenza artificiale; ‘armi invisibili’ per combattere un ‘nemico invisibile’.

    Intervenuto a TgNorba24, in un servizio di Pietro Loffredo, il nostro caporedattore Antonio Piazzolla ha fatto il punto della situazione su come il mondo Tech sta contrastando il virus.

    Coronavirus, tecnologia: un grande alleato

    Piazzolla ha spiegato ai telespettatori di TgNorba24 il lavoro svolto dagli algoritmi e di come per esempio, paragonando il nuovo Coronavirus a quello precedente e responsabile di SARS e MERS, è stato possibile identificare molecole più promettenti per sviluppare farmaci specifici per il trattamento del COVID-19, dimezzando tempo e risorse.

    Altro valido esempio è quello della tecnologia satellitare che ha permesso, in Cina, di monitorare il contagio e i focolai cittadini, avvertendo con un’app in quali strade della città vi erano maggiori possibilità di entrare in contatto con persone positive; di recente anche in Italia, sebbene in maniera diversa, senza obbligo e con maggiore tutela della privacy.

    Intelligenza artificiale anche in Italia

    Tanti poi gli esempi dell’uso di intelligenza artificiale, non solo Alibaba in Cina ma anche l’Italia ha sviluppato un progretto del tutto analogo; l’azienda italiana Nexim infatta, ha sviluppato la piattaforma Armadillo Scan, in grado di riconoscere in 5 secondi da una radiografia o TAC dei polmoni se il soggetto è infetto da coronavirus.

    Il progetto è nato dall’idea di Simone Dore, CEO dell’azienda italiana di telecomunicazione Nexim, la quale si occupa anche di progettazione, sviluppo e fornitura di sistemi di connettività, data center e cyber-security.

    Reinventarsi per sopravvivere: l’esempio di Isinnova

    Bella storia, tutta italiana, è quella di Isinnova, startup bresciana che ha trasformato una maschera da sub in una maschera compatibile per il respiratore. Notizia che in pochissimo tempo ha fatto il giro del mondo!

    Nata dal Dottor Favero, il primo passo per realizzare l’idea è stato quello di contattare l’azienda Decathlon per capire quanti pezzi potessere avere a disposizione, nella speranza di averne più di poche centinaia. Dopo di che, grazie alla stampa 3D sono state realizzate della valvole idonee e ora tutti gli ospedali possono utilizzare il progetto, open source sul sito della startup.

    Sono solo alcuni degli esempi che Antonio Piazzolla continuerà a documentare. L’emergenza non è ancora finita ma la tecnologia ha ancora un sacco di assi nella manica!

    Foto di Engin Akyurt da Pixabay

    Coronavirus, così la tecnologia ci aiuta a combatterlo

    Share

    NEL MONDO
    233,503,041
    Casi totali confermati
    Updated on 29 September 2021 02:34
    All countries
    4,777,671
    Morti totali
    Updated on 29 September 2021 02:34

    GUARDA TUTTI I DATI

    ITALIA

    Italy
    4,665,049
    Casi totali confermati
    Updated on 29 September 2021 02:34
    Italy
    4,435,370
    Guariti totali
    Updated on 29 September 2021 02:34
    Italy
    98,872
    Attuali positivi totali
    Updated on 29 September 2021 02:34
    Italy
    130,807
    Morti totali
    Updated on 29 September 2021 02:34

    Ultimi articoli

    Cure e vaccini

    Articoli correlati

    Fenilchetonuria: ecco le alterazioni associate alla malattia

    La fenilchetonuria (PKU) è una condizione patologica dettata da un raro difetto metabolico ereditario,...

    HIV: inizia la sperimentazione sull’uomo della terapia genica che eradica il virus

    Nel mondo, nel 2019, erano ben 38 milioni le persone affette da HIV nel...

    Eco-ansia: come il cambiamento climatico influenza la nostra salute mentale

    Cos è l’eco-ansia? L’eco-ansia è un disturbo definito dalla psicologia come una paura cronica della...

    Le meravigliose acque colorate del Lago Rosa in Iran

    Vicino alla città di Shiraz, nell’Iran meridionale, si trova una delle maggiori attrazioni naturalistiche...