Altro

    Curarsi dal Covid-19? Negli USA può costare un milione

    Introduzione

    Gli Stati Uniti continuano a far parlare di sè! Michael Flor è nato nel 1950 nello stesso sistema ospedaliero di Seattle, Swedish Medical Center, in cui è finito negli ultimi due mesi a lottare contro COVID-19. È di gran lunga il paziente dello Swedish Medical Center con il coronavirus, ospedalizzato da più tempo. Quando è entrato in ospedale il 4 marzo ci sono stati solo 149 casi confermati in tutto il paese. Ora ce ne sono stati 1,2 milioni.

    Credits:https://covidoggi.it

    Flor era così vicino alla morte che i medici dissero alla moglie e ai due figli che probabilmente era finita. Non erano permesse visite nelle stanze dei pazienti in quarantena, così un’infermiera del turno di notte gli tenne un telefono all’orecchio mentre si chiamavano per l’ultimo addio. Flor è rimasto 62 giorni in terapia intensiva, per settimane è stato in coma farmacologico. Ma alla fine ce l’ha fatta e ha sconfitto il coronavirus, grazie alle cure impartite dal sistema ospedaliero di Seattle.

    Purtroppo per Flor, il conto delle cure ricevute non ha tardato a presentarsi. Ha detto che il suo cuore si è quasi fermato una seconda volta quando ha ricevuto la fattura della sua odissea sanitaria. La somma totale per il suo incontro con il coronavirus: 1,1 milioni di dollari. 1.122.501,04 dollari, per l’esattezza. Tutto in una banconota che è più simile a un libro perché arriva a 181 pagine.

    Le principali voci di costo

    Solo il costo della sua stanza nel reparto di terapia intensiva è stato fatturato a 9.736 dollari al giorno. A causa della natura contagiosa del virus, la stanza è stata sigillata e poteva essere visitata solo da operatori sanitari che indossavano tute di plastica e copricapo. Per 42 giorni è stato in questa camera di isolamento, per un costo totale di 408.912 dollari. È stato anche su un ventilatore meccanico per 29 giorni, con l’uso della macchina fatturata a 2.835 dollari al giorno, per un totale di 82.215 dollari. Circa un quarto della fattura è rappresentato dai costi dei farmaci.

    Per i due giorni in cui il suo cuore, i reni e i polmoni stavano tutti cedendo e la morte era sempre più vicina, il conto è di 20 pagine, per un totale di quasi 100.000 dollari, mentre i medici “mi buttavano addosso tutto quello che gli veniva in mente”, dice Flor. In tutto, ci sono quasi 3.000 spese dettagliate, circa 50 al giorno.

    ” Mi sento in colpa per essere sopravvissuto “, Michael Flor

    Flor dice che alla fine potrebbe non aver bisogno di pagare per gran parte del suo trattamento. È assicurato da Medicare e Medicare Advantage tramite Kaiser Permanente.

    Flor non dovrà pagare di tasca sua

    Kaiser Permanente ha annunciato che estenderà fino al 31 dicembre 2020 la sua deroga per la maggior parte delle spese di ricovero e delle prestazioni ambulatoriali dei soci per il trattamento di COVID-19. L’eliminazione delle spese “out-of-pocket” dei soci da parte di Kaiser Permanente si applica a tutti i piani di previdenza interamente assicurati, in tutti i mercati, a meno che non sia proibita o modificata da leggi o regolamenti.

    Esistono anche regole finanziarie speciali che si applicano solo a COVID-19. Il Congresso ha stanziato più di 100 miliardi di dollari per aiutare gli ospedali e le compagnie di assicurazione a coprire i costi della pandemia, in parte per incoraggiare le persone a cercare test e cure (anche quelle senza assicurazione). Di conseguenza, Flor probabilmente non dovrà pagare nemmeno le spese della sua polizza Medicare Advantage, che avrebbero potuto ammontare a 6.000 dollari.

    Negli USA i costi stimati del trattamento COVID-19 per gli assicuratori privati variano da 30,0 a 546,6 miliardi di dollari nell’arco di due anni (Dati riportati da Wakely Consulting Group). Negli Stati Uniti, gli assicuratori sanitari possono richiedere ai pazienti ,aventi un piano individuale, di pagare fino a 7.900 dollari di tasca propria prima che le cure siano completamente coperte. Un lavoratore su quattro ha una franchigia di 2.000 dollari o più, secondo un sondaggio annuale della Kaiser Family Foundation.

    L’articolo Curarsi dal Covid-19? Negli USA può costare un milione sembra essere il primo su ManagementCuE.

    Share

    NEL MONDO
    101,441,177
    Casi totali confermati
    Updated on 28 January 2021 05:58
    All countries
    2,184,273
    Morti totali
    Updated on 28 January 2021 05:58

    GUARDA TUTTI I DATI

    ITALIA

    Italy
    2,501,147
    Casi totali confermati
    Updated on 28 January 2021 05:58
    Italy
    1,936,289
    Guariti totali
    Updated on 28 January 2021 05:58
    Italy
    477,969
    Attuali positivi totali
    Updated on 28 January 2021 05:58
    Italy
    86,889
    Morti totali
    Updated on 28 January 2021 05:58

    Ultimi articoli

    Morbo di K: l’epidemia che salvò gli ebrei dalla persecuzione

    E’ ormai passato un anno dallo scoppio della pandemia da coronavirus, ed è con l’avvicinarsi della Giornata della Memoria che abbiamo pensato di raccontare...

    Suicidio di Robin Williams: una forma di demenza dietro la sua morte

    Robin Williams, stimato attore, lo ricordiamo tutti per le sue splendide interpretazioni: dal più classico Jumanji, a L’uomo bicentenario, al divertentissimo Mrs Doubtfire. Il...

    The Breath: il tessuto che neutralizza il virus

    Si chiama The Breath e si tratta di un tessuto high-tech progettato per ripulire l’aria che respiriamo da agenti batterici o inquinanti. Come? Funziona...

    Cure e vaccini

    Morbo di K: l’epidemia che salvò gli ebrei dalla persecuzione

    E’ ormai passato un anno dallo scoppio della pandemia da coronavirus, ed è con l’avvicinarsi della Giornata della Memoria che abbiamo pensato di raccontare...

    Suicidio di Robin Williams: una forma di demenza dietro la sua morte

    Robin Williams, stimato attore, lo ricordiamo tutti per le sue splendide interpretazioni: dal più classico Jumanji, a L’uomo bicentenario, al divertentissimo Mrs Doubtfire. Il...

    Feedback sensoriale integrato nelle protesi: perché può aiutare

    Chi non indossa una protesi potrebbe chiedersi come “sente” un amputato il nuovo arto artificiale e come si adatti ad esso. Sicuramente non è...

    Osservato nuovo stato della materia grazie alla vite “quantistica” di Archimede

    I ricercatori della Stanford University, negli Stati Uniti, hanno osservato un nuovo stato della materia al lavoro, presente all’interno di un filo sfuggente di...

    Torino: ricostruzione volto 3D con pianificazione chirurgica virtuale

    Intervento straordinario quello eseguito nei giorni scorsi presso l’ospedale CTO della Città della Salute di Torino, dove un ragazzo di 23 anni con un...

    Diamante: da pietra preziosa a materiale per l’industria

    Cos’è il diamante? Ve lo siete mai chiesto? Un materiale tanto iconico nel mondo della gioielleria e del lusso quanto sconosciuto ai molti nel...

    Articoli correlati

    Morbo di K: l’epidemia che salvò gli ebrei dalla persecuzione

    E’ ormai passato un anno dallo scoppio della pandemia da coronavirus, ed è con...

    Suicidio di Robin Williams: una forma di demenza dietro la sua morte

    Robin Williams, stimato attore, lo ricordiamo tutti per le sue splendide interpretazioni: dal più...

    The Breath: il tessuto che neutralizza il virus

    Si chiama The Breath e si tratta di un tessuto high-tech progettato per ripulire...

    Feedback sensoriale integrato nelle protesi: perché può aiutare

    Chi non indossa una protesi potrebbe chiedersi come “sente” un amputato il nuovo arto...