Altro

    Coronavirus: dati e riflessioni sull’andamento dell’età mediana

    La fotografia della situazione italiana di queste settimane mostra che l’andamento dell’epidemia è tutt’altro che in rallentamento e che stiamo assistendo ad un “lento e progressivo peggioramento”, è quanto afferma l’ultimo bollettino prodotto dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS).

    Dopo qualche mese di progressivo rallentamento, per la settima settimana consecutiva, il numero dei nuovi casi segnalati in Italia è in aumento.

    Ma come spiegare l’andamento che si è verificato negli ultimi mesi?

    È possibile che la costante diminuzione di afflusso di pazienti nelle terapie intensive evidenziato nei mesi estivi sia dovuto a corrette norme di comportamento, all’utilizzo di dispositivi individuali (DPI) oppure le cause son da ricercarsi nelle trasformazioni che stanno influenzando il virus rendendolo meno virulento e letale?

    I dati di questi mesi mostrano che l’epidemia ha continuato a cavalcare a passo deciso a livello globale e i continui studi genomici effettuati da gruppi di ricerca sparsi in tutto il mondo stanno mostrando che i tassi di mutazione nel genoma di SARS-CoV-2 sono bassi e che, anche se piccole mutazioni si stanno fissando, queste non sembrano influenzare la virulenza e la letalità del virus.

    Il minor tasso di letalità emerso in questi ultimi mesi può essere spiegato andando a confrontare i dati riguardi l’età mediana (ossia l’età al di sotto del quale ci sono il 50% dei casi).

    I dati riguardi l’età mediana

    Task force COVID-19 del Dipartimento Malattie Infettive e Servizio di Informatica, Istituto Superiore di Sanità. Epidemia COVID-19

    In Italia, come in tutt’Europa e nel resto del mondo, l’evoluzione epidemiologica dell’epidemia da SARS-CoV-2 mostra un forte decremento dell’età mediana della popolazione che contrae l’infezione, per questo motivo il sistema sanitario non ha risentito eccessivamente dell’aumento dei casi registrati nelle ultime settimane e si è riusciti a gestire l’emergenza. Tuttavia bisogna considerare che si sta parlando della mediana dell’età dei casi osservati. Infatti, come ormai dovrebbe essere noto, nei primi mesi della pandemia non eravamo in grado di testare tutti i casi quindi vedevamo solo la punta dell’iceberg ossia coloro che finivano in ospedale. Per forza di cosa in quel momento si vedevano principalmente anziani e persone con varie patologie e molte meno persone asintomatiche.

    Cos’altro ci dice il report?

    Sebbene “la circolazione nel periodo estivo sia avvenuta con maggiore frequenza nelle fasce di età più giovani […] ci sono ora segnali di una maggiore trasmissione sul territorio nazionale in ambito domiciliare/familiare con circolazione anche in persone con età più avanzata.” (report ISS)

    Il report dell’ISS mostra che, a partire dalla fine di aprile, l’andamento dell’età mediana delle persone che hanno contratto l’infezione è in diminuzione, con un valore che passa dagli oltre 60 anni nei primi due mesi dell’epidemia fino ai 30 nelle settimane di agosto, dovuto probabilmente alla maggiore mobilità nel periodo estivo e forse anche alla minor percezione del pericolo da parte dei più giovani. Questo, legato al fatto che la maggior parte dei nuovi malati, essendo giovani, risultano essere asintomatici o con sintomi lievi, non ha comportato un eccessivo sovraffollamento negli ospedali, ma il nuovo importante incremento dell’età nei casi registrati (che ora ha una mediana di 41 anni mentre la settimana scorsa era di 40), nell’ultimo periodo, indica che abbassando la guardia la situazione possa ben presto tornare ad essere difficilmente gestibile.

    Quanto visto ci può solo indicare che la crisi sanitaria è tutt’altro che passata e, per evitare il peggio, bisogna continuare a utilizzare comportamenti corretti ed evitare di abbassare la guardia di fronte ad un nemico “invisibile” agli occhi. I dati sull’aumento dei decessi degli ultimi giorni sono lì ad indicarlo.

    Share

    NEL MONDO
    62,109,453
    Casi totali confermati
    Updated on 28 November 2020 12:38
    All countries
    1,451,778
    Morti totali
    Updated on 28 November 2020 12:38

    GUARDA TUTTI I DATI

    ITALIA

    Italy
    1,538,217
    Casi totali confermati
    Updated on 28 November 2020 12:38
    Italy
    696,647
    Guariti totali
    Updated on 28 November 2020 12:38
    Italy
    787,893
    Attuali positivi totali
    Updated on 28 November 2020 12:38
    Italy
    53,677
    Morti totali
    Updated on 28 November 2020 12:38

    Ultimi articoli

    Effetto Forer e convalida soggettiva: ecco perché crediamo all’oroscopo

    Vi è un meccanismo cognitivo nella psicologia sociale secondo cui un individuo è in grado di riconoscersi in descrizioni altamente generiche e universali. Se...

    Alghe stampate in 3D come generatori di ossigeno per i tessuti umani

    A partire dall’uomo nel suo complesso alla più piccola cellula che lo compone, la vita è possibile solo in presenza di un’adeguata quantità di...

    Scoperto un inibitore che potrebbe bloccare la replicazione di SARS-CoV-2

    Quante volte in questi mesi abbiamo sentito che aziende e gruppi di ricerca stavano lavorando ad un antivirale specifico contro il SARS-CoV-2? Ovviamente e,...

    Cure e vaccini

    Effetto Forer e convalida soggettiva: ecco perché crediamo all’oroscopo

    Vi è un meccanismo cognitivo nella psicologia sociale secondo cui un individuo è in grado di riconoscersi in descrizioni altamente generiche e universali. Se...

    Alghe stampate in 3D come generatori di ossigeno per i tessuti umani

    A partire dall’uomo nel suo complesso alla più piccola cellula che lo compone, la vita è possibile solo in presenza di un’adeguata quantità di...

    Alla ricerca del moto perpetuo: il Santo Graal per molti studiosi

    La realizzazione della macchina a moto perpetuo ha attirato la curiosità di molti studiosi, diventando un vero e proprio rompicapo. La tenacia e la...

    Alzheimer e Sindrome di Down, una triste relazione

    La presenza di un cromosoma in più comporta spesso rischi e limitazioni a livello corporeo per tutti i soggetti con Sindrome di Down. Tra...

    Morto Maradona: ad ucciderlo un arresto cardiorespiratorio

    Una notizia che non avremmo mai voluto ricevere quella di questo pomeriggio: Diego Armando Maradona è morto all’età di 60 anni in seguito ad...

    Pompei: ritrovati due corpi intatti, di chi si tratta?

    Come abbiamo letto sui libri e molto probabilmente studiato a scuola, nel 79 d.C. l’eruzione del Vesuvio provocò la completa distruzione delle città di...

    Articoli correlati

    Effetto Forer e convalida soggettiva: ecco perché crediamo all’oroscopo

    Vi è un meccanismo cognitivo nella psicologia sociale secondo cui un individuo è in...

    Alghe stampate in 3D come generatori di ossigeno per i tessuti umani

    A partire dall’uomo nel suo complesso alla più piccola cellula che lo compone, la...

    Scoperto un inibitore che potrebbe bloccare la replicazione di SARS-CoV-2

    Quante volte in questi mesi abbiamo sentito che aziende e gruppi di ricerca stavano...

    Alla ricerca del moto perpetuo: il Santo Graal per molti studiosi

    La realizzazione della macchina a moto perpetuo ha attirato la curiosità di molti studiosi,...