Altro

    Nord o Sud: chi paga il conto più salato post pandemia?

    Nord o Sud in recessione post Covid

    Nord o Sud: l’Italia è ancora divisa dopo la pandemia? Sembra unita nel 2020 ma solo da una recessione post Covid-19 che ha ostacolato, in modo chiaramente disomogeneo, la crescita di tutte le regioni. Tra tutte, però, c’è chi paga un colo più alto.

    Si può ancora parlare solo di Nord o Sud?

    La pandemia rende difficile parlare esclusivamente di Nord e Sud: la classica “ripartizione” a cui siamo abituati, potrebbe cambiare. Secondo i dati analizzati da SVIMEZ, la differenziazione regionale in Italia è molto più articolata. Come sarà la ripresa nel 2021, se ci sarà? E’ necessario, perciò, rinnovare la tipica differenziazione regionale per “macroaree” in termini di crescita. La pandemia ha creato nuove differenziazioni: al Nord, come al Sud c’è chi rischia di restare “isolato” rispetto ad altri. Ma chi ha sofferto di più la pandemia, ripartirà più difficilmente? Beh, no. Ancora una volta, è il Sud a subire le maggiori conseguenze del Covid-19.

    Alla Basilicata va il primato negativo per la crescita post pandemia

    Secondo il rapporto SVIMEZ, la Basilicata pagherà il conto più salato in termini di crescita post pandemia: -12,6% per il PIL 2020, nonostante sia stata colpita in via marginale dal Covid-19.

    Casi totali Basilicata al 12 Settembre 2020

    A seguire troviamo il Veneto, regione decisamente più colpita dalla pandemia, il quale registrerà un calo del 12,2% nel PIL di quest’anno.

    Casi totali Veneto al 2020

    Al terzo posto la Lombardi con un -9,9% nel PIL 2020. Nel resto d’Italia, possiamo dire che si registrano perdite superiori al 10% nelle restanti regioni del Nord Italia; intorno al 10% per il Centro e inferiori al 10% per il Sud e Isole così caratterizzato:

    • Campania: -8%
    • Puglia: -9%
    • Calabria: -6,4%
    • Sicilia: -5,1%
    • Sardegna: -5,7%

    Previsioni 2021: una sola regione recupererà tutto in un solo anno

    Non è tanto l’osservazione sul 2020 a dar prova che non si possa parlare più esclusivamente di Nord o Sud, quanto le previsioni 2021. Nel prossimo anno, infatti, a distinguersi sarà un’unica regione: il Trentino. A fronte di un -6% nel 2020, si stima una crescita del 5,9% per il 2021: l’unica regione a recuperare tutto in un solo anno. E il resto d’Italia? Troviamo regioni che rischiano di rimanere isolate al Sud, tanto quanto al Nord. A guidare la ripresa del Nord troviamo Veneto, Emilia Romagna e Lombardia. Faticano Friuli, Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria. Difficoltà omogenea in tutto il Centro, soprattutto per Marche e Umbria. Al Sud, se la Basilicata si fa notare in negativo nel 2020, è quella che nel 2021 invece potrebbe essere la più reattiva guidando la ripresa del Mezzogiorno. A restare incagliate in una crisi post pandemia, invece, Calabria Sicilia e Sardegna.

    Previsioni PIL SVIMEZ

    L’articolo Nord o Sud: chi paga il conto più salato post pandemia? sembra essere il primo su FinanceCuE.

    CUE FACT CHECKING

    Share

    NEL MONDO
    43,769,714
    Casi totali confermati
    Updated on 27 October 2020 02:06
    All countries
    1,164,229
    Morti totali
    Updated on 27 October 2020 02:06

    GUARDA TUTTI I DATI

    ITALIA

    Italy
    542,789
    Casi totali confermati
    Updated on 27 October 2020 02:06
    Italy
    268,626
    Guariti totali
    Updated on 27 October 2020 02:06
    Italy
    236,684
    Attuali positivi totali
    Updated on 27 October 2020 02:06
    Italy
    37,479
    Morti totali
    Updated on 27 October 2020 02:06

    Ultimi articoli

    Protesi vertebrale 3D restituisce il movimento a paziente tetraplegico

    Un intervento straordinario, che ha salvato un uomo di 44 anni dalla paralisi completa, grazie all’utilizzo di una particolare protesi vertebrale stampata in 3D,...

    Fibrosi cistica: “mi manca il respiro e il sudore è salato”

    Non ha nulla a che fare con Covid-19, perché è una patologia di origine genetica, eppure ci sono molte analogie. La fibrosi cistica è...

    ONU e l’impegno Agenda 2030, buoni propositi in 3D

    Giunti quasi alla fine del 2020, per tutti è arrivato il momento di fare i conti con i buoni propositi. Gli obbiettivi e le...

    Cure e vaccini

    Protesi vertebrale 3D restituisce il movimento a paziente tetraplegico

    Un intervento straordinario, che ha salvato un uomo di 44 anni dalla paralisi completa, grazie all’utilizzo di una particolare protesi vertebrale stampata in 3D,...

    Fibrosi cistica: “mi manca il respiro e il sudore è salato”

    Non ha nulla a che fare con Covid-19, perché è una patologia di origine genetica, eppure ci sono molte analogie. La fibrosi cistica è...

    ONU e l’impegno Agenda 2030, buoni propositi in 3D

    Giunti quasi alla fine del 2020, per tutti è arrivato il momento di fare i conti con i buoni propositi. Gli obbiettivi e le...

    Ecco perché le mascherine non sono nocive per la nostra salute

    Le mascherine chirurgiche sono il dispositivo di protezione individuale (DPI) maggiormente utilizzato dall’inizio dell’emergenza coronavirus. È un dispositivo usa e getta che crea una...

    Coronavirus: quanto resiste sullo schermo dello smartphone?

    Dall’inizio della pandemia che ha stravolto le nostre vite se ne sono dette di tutti i colori: dai metodi di trasmissione del coronavirus, ai...

    Nuovo dispositivo per diagnosi rapida del Covid 19: basta un solo respiro

    Direttamente dall’Agenzia Nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA) arriva un nuovo dispositivo che è in grado di rilevare...

    Articoli correlati

    Protesi vertebrale 3D restituisce il movimento a paziente tetraplegico

    Un intervento straordinario, che ha salvato un uomo di 44 anni dalla paralisi completa,...

    Fibrosi cistica: “mi manca il respiro e il sudore è salato”

    Non ha nulla a che fare con Covid-19, perché è una patologia di origine...

    ONU e l’impegno Agenda 2030, buoni propositi in 3D

    Giunti quasi alla fine del 2020, per tutti è arrivato il momento di fare...

    Ecco perché le mascherine non sono nocive per la nostra salute

    Le mascherine chirurgiche sono il dispositivo di protezione individuale (DPI) maggiormente utilizzato dall’inizio dell’emergenza...