Altro

    Dall’Università di Bologna un dispositivo al plasma freddo per sanificare gli ambienti da Covid19

    sanificare ambienti covid19 plasma freddo unibo ospedali

    Oggi parliamo dell’impegno dell’Università di Bologna nella realizzazione di un dispositivo al plasma freddo per sanificare l’aria dal Covid19 con l’obiettivo di rendere sicuri ambienti chiusi.

    Le temperature diminuiscono, l’inverno si avvicina e la diffusione del virus Covid19 non sembra rallentare ma, anzi, continua inesorabilmente il trend positivo di crescita dei contagi da ormai un mese abbondante. Inoltre, la “convivenza invernale” con il coronavirus presenta più problematiche della stagione calda: il primo motivo è l’influenza, tipica di questo periodo, mentre il secondo è l’assembramento inevitabile nei locali chiusi.

    Dunque, se per il primo aspetto la soluzione è il vaccino antinfluenzale che esperti suggeriscono possa aiutare anche contro il Covid19, la seconda situazione risulta più complicata da gestire se non si opta per ingressi contingentati ma, ingegneri di tutto il mondo stanno lavorando per realizzare dei filtri per ambienti in grado di inibire il virus, tra cui troviamo iUTA.

    Ionizzazione a plasma freddo per uccidere il Covid19

    Setup sperimentale (a) – quantità di bioaerosol che escono dalla sorgente di plasma (c)

    Dunque, in un ambiente indoor, l’attività umana è la causa principale della formazione di bioaerosol che potrebbero diffondere malattie come l’influenza e le sindromi respiratorie e nel nostro caso il Covid19 perciò, il dispositivo VIKI (VIrus KIller), finanziato dalla regione Emilia-Romagna, ha il compito di purificare l’aria inattivando le goccioline di bioaerosol sospese in essa, dalle dimensioni di 0,001 ai 100 μm, che possono contenere organismi viventi come batteri, virus, funghi e polline.

    La tecnologia utilizzata per combattere il Covid19 è quella della ionizzazione a plasma freddo che sfrutta i campi elettrici e la loro interazione con le sostanze in sospensione, infatti, un campo elettrico oscillante conferisce un incremento dell’energia cinetica alle molecole nell’aria, le quali, mettendosi in agitazione, aumentano la probabilità di collisione tra di loro e ciò determina la cessione/acquisizione di elettroni.

    Dunque, dopo questa trasformazione chimica “a freddo” l’aria diviene plasma, ossia un gas parzialmente ionizzato composto da una grande varietà di particelle, ora, le molecole di ossigeno ionizzate sono in grado di disaggregare molti inquinanti e di danneggiare le membrane cellulari di virus e batteri, annientandoli.

    In particolare, il setup sperimentale (Fig. a) prevede:

    •  il dispositivo al plasma freddo pilotato da un generatore di alta tensione micropulsato (AlmaPULSE), applicando una tensione picco-picco di 56 kV e una frequenza di 14 kHz; 
    • un atomizzatore a getto singolo, necessario per la nebulizzazione e l’essiccamento di sospensioni liquide, alimentato con una portata volumetrica di 0,6 slpm (litri/minuto) da un controllore di flusso di massa digitale utilizzato per aerosolizzare sospensioni di Covid19.

    Dunque, il funzionamento è semplice: un flusso di aria viene fatta fluire attraverso lo spazio tra gli elettrodi ed esposta alla scarica di plasma con un tempo di permanenza stimato di circa 0.18 s, calcolato come rapporto tra il volume tra gli elettrodi e la portata volumetrica. 

    Un puntatore laser viene utilizzato per illuminare il flusso di aerosol all’uscita della sorgente di plasma; non si tiene conto dell’influenza dei diversi livelli di umidità relativa (RH) in quanto la RH della linea di aria compressa utilizzata per generare l’aerosol che alimenta la sorgente di plasma è fissata stabile intorno al 7%.

    Conclusioni e prospettive future

    sanificare ambienti covid19 plasma freddo unibo ospedali
    sanificare ambienti covid19 plasma freddo unibo ospedali

    Il dispositivo al plasma freddo per purificare l’aria da potenziali goccioline di Covid19 presenti è ancora un prototipo ma è in grado di inattivare il 99,9% dei batteri contenuti nel bioaerosol in appena 0.3 secondi e, gli stessi risultati si raggiungono per bioaerosol con RNA purificato di SARS‐CoV‐2.

    Le prime prove con virus vitale sono programmate presso l’Ausl Romagna, a Pievesestina, in questi giorni e si ritiene che l’interazione del plasma direttamente con il coronavirus SARS-CoV-2 possa indurre una destabilizzazione della sua struttura e quindi una riduzione, fino alla totale scomparsa, della sua capacità infettiva.

    L’obiettivo è raggiungere una capacità di sanificazione superiore al 99,9% per poi passare alla fase di scale-up del prototipo per adeguarlo ad una futura industrializzazione come prodotto.

    I risultati di questo progetto renderanno possibile lo sviluppo su scala industriale di una gamma di prodotti da utilizzare in scuole, uffici pubblici, ospedali, studi dentistici e attività commerciali

    prof. Vittorio Colombo

    L’articolo Dall’Università di Bologna un dispositivo al plasma freddo per sanificare gli ambienti da Covid19 sembra essere il primo su BiomedCuE.

    CUE FACT CHECKING

    Share

    NEL MONDO
    42,441,198
    Casi totali confermati
    Updated on 24 October 2020 01:15
    All countries
    1,148,505
    Morti totali
    Updated on 24 October 2020 01:15

    GUARDA TUTTI I DATI

    ITALIA

    Italy
    484,869
    Casi totali confermati
    Updated on 24 October 2020 01:15
    Italy
    261,808
    Guariti totali
    Updated on 24 October 2020 01:15
    Italy
    186,002
    Attuali positivi totali
    Updated on 24 October 2020 01:15
    Italy
    37,059
    Morti totali
    Updated on 24 October 2020 01:15

    Ultimi articoli

    Nanotubi di carbonio utilizzati come ponte per le lesioni spinali

    I ricercatori della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste, dell’Università di Trieste e del Centro de Investigación Cooperativa en Biomateriales CIC...

    Effetto Covid-19: la crisi del settore cosmetico stravolge il “Lipstick Index”

    Negli scorsi decenni si è molto discusso sul valore del “Lipstick Index” come indicatore i periodi di crisi. L’aumento delle vendite del settore cosmetico...

    Morto James Randi, l’illusionista che combatteva le bufale

    “An honest liar”, un onesto bugiardo. In molti lo conoscono così James Randi, illusionista e divulgatore che ha impiegato buona parte della sua carriera...

    Cure e vaccini

    Nanotubi di carbonio utilizzati come ponte per le lesioni spinali

    I ricercatori della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste, dell’Università di Trieste e del Centro de Investigación Cooperativa en Biomateriales CIC...

    Morto James Randi, l’illusionista che combatteva le bufale

    “An honest liar”, un onesto bugiardo. In molti lo conoscono così James Randi, illusionista e divulgatore che ha impiegato buona parte della sua carriera...

    Tumore al colon-retto: un nuovo mix di farmaci ne rallenta la crescita

    Quello al colon-retto è uno dei tumori più diffusi nel mondo occidentale. Si tratta di una neoplasia abbastanza aggressiva, che colpisce persone tra i...

    Dinosauri, scoperte le cause della loro ascesa sulla Terra

    Ad oggi, chi parla di cambiamenti climatici volge l’attenzione a piani politico-economici e dibattiti internazionali sulla necessità di ridurne le varie cause, come le...

    Proprietà dell’olio di CBD

    Il CBD è uno dei diversi composti, noti come cannabinoidi, presenti nelle piante di canapa e cannabis. In particolare, il CBD è la seconda...

    Zipf e la frequenza dei fenomeni, una danza non casuale

    L’analisi statistica è una chiave d’interpretazione fondamentale per la realtà insidiosa e affascinante in cui viviamo. Permette di ampliare il nostro sguardo ed osservare...

    Articoli correlati

    Nanotubi di carbonio utilizzati come ponte per le lesioni spinali

    I ricercatori della Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati (SISSA) di Trieste, dell’Università di...

    Effetto Covid-19: la crisi del settore cosmetico stravolge il “Lipstick Index”

    Negli scorsi decenni si è molto discusso sul valore del “Lipstick Index” come indicatore...

    Morto James Randi, l’illusionista che combatteva le bufale

    “An honest liar”, un onesto bugiardo. In molti lo conoscono così James Randi, illusionista...

    Tumore al colon-retto: un nuovo mix di farmaci ne rallenta la crescita

    Quello al colon-retto è uno dei tumori più diffusi nel mondo occidentale. Si tratta...