Altro

    Cancro: da Moderna il nuovo vaccino a mRNA

    Una delle eredità che ci ha lasciato il Covid-19 è senz’altro una innovativa tecnologia per la produzione dei vaccini basata su mRNA. Tra i nomi più famosi che hanno imperversato in TV vi sono certamente quelli delle case farmaceutiche Pfizer e Moderna. Il nuovo farmaco che potrebbe rivoluzionare la medicina e combattere il cancro è stato annunciato proprio da Moderna: il vaccino anti-cancro mRNA-4157-V940 è ora in sperimentazione e, secondo quanto dichiarato dai ricercatori che sono all’opera in questo momento, tale formula associata con un secondo farmaco di Merck denominato Keytruda potrebbe dare esiti positivi nella lotta contro il cancro.

    cancro

    Il nuovo vaccino contro il cancro sfrutta la tecnica a mRNA

    Secondo le ultime notizie, i risultati sono finora sorprendenti se si pensa che il farmaco sperimentale è riuscito a passare positivamente le prime due fasi delle prove e che ora deve “solamente” affrontare la terza fase. In questo stadio, infatti, il farmaco dovrà essere somministrato ad un grande numero di pazienti al fine di carpirne la sua efficacia.

    La notizia del successo dei test finora svolti ha incontrato la gioia incontenibile di tutti e che è stata espressa anche dal CEO di Moderna Stéphane Bancel, che ha dichiarato: “abbiamo ridotto della metà il rischio di decesso causato da cancro”. Dalle prove svolte, è emerso che la sinergia tra l’anticorpo monoclonale Keytruda e il nuovo farmaco 4157/V940 ha portato ad una riduzione del rischio di recidiva del melanoma nel pazienti fino al 44%. Ovviamente, tali risultati dovranno essere riconfermati nel nuovo test che si terrà durante il 2023.

    Come detto in precedenza però, 4157/V940 non previene l’insorgere della malattia, ma ne fornisce il trattamento similarmente a come ha potuto fare il vaccino contro il Covid-19. Il processo è simile a quello svolto dalle Car-T, ovvero proteine recettoriali geneticamente modificate che hanno lo scopo di “insegnare” ai linfociti T ad individuare la proteina designata. Queste terapie geniche basate sulle CAR-T vengono anch’esse utilizzate per curare alcuni tipi di leucemia.

    Stéphane Bancel ha dichiarato infatti “Abbiamo sviluppato una tecnologia che crediamo sia in grado di insegnare ai linfociti T a riconoscere le cellule cancerose e a distruggerle“. Sostenendo come questo traguardo sia profondamente innovativo, in quanto basato sul trattamento di un tumore solido. Questo nuovo sistema quindi potrebbe migliorare quello che era stato sviluppato usando le CAR-T.

    Una nuova tecnologia in studio da decenni

    Credits: Bidram, M.; Zhao, Y.; Shebardina, N.G.; Baldin, A.V.; Bazhin, A.V.; Ganjalikhany, M.R.; Zamyatnin, A.A., Jr.; Ganjalikhani-hakemi, M. mRNA-Based Cancer Vaccines: A Therapeutic Strategy for the Treatment of Melanoma Patients. Vaccines 2021, 9, 1060. https://doi.org/10.3390/vaccines9101060

    Come risaputo, questa innovativa tecnologia basata sull’RNA messaggero non è nuova di zecca ma è in studio da decenni. Questa proteina, infatti, è responsabile del processo di trasformazione delle proteine nelle cellule e può essere dunque utilizzata come “trenino” per trasportare delle informazioni specifiche all’interno delle cellule al fine di poter produrre le giuste proteine terapeutiche. Purtroppo, data la facile distruzione dell’mRNA, tale molecola deve essere inglobata in alcune bolle di grasso.

    Lo stesso sistema è stato usato anche per i vaccini contro il Covid-19, ma a differenza di questi, in questo caso l’RNA messaggero verrebbe usato per stimolare il sistema immunitario ad attaccare le cellule tumorali senza la necessità di modificare il genoma.

    In questo caso, infatti, non risulta necessario prelevare il sangue del paziente, ma è sufficiente operare una biopsia al fine di analizzare il DNA delle cellule sane e di quelle malate. Successivamente, tramite l’mRNA vengono “insegnati” ai linfociti T le 34 mutazioni di maggiore importanza per la guarigione del paziente.

    La nuova scoperta rallentata dalla pandemia

    Credits: Bidram, M.; Zhao, Y.; Shebardina, N.G.; Baldin, A.V.; Bazhin, A.V.; Ganjalikhany, M.R.; Zamyatnin, A.A., Jr.; Ganjalikhani-hakemi, M. mRNA-Based Cancer Vaccines: A Therapeutic Strategy for the Treatment of Melanoma Patients. Vaccines 2021, 9, 1060. https://doi.org/10.3390/vaccines9101060

    È necessario puntualizzare come, questa nuova teconologia abbia visto la luce anche grazie alla pandemia. Tuttavia, secondo Bancel, gli investimenti che sono stati fatti per sviluppare il vaccino anti-Covid e l’urgenza del contagio hanno portato ad un rallentamento dei trial clinici sui vaccini antitumorali. Ciò avrebbe portato a perdere ben un anno di tempo sulla tabella di marcia.

    Per ora, la priorità è dare il via al terzo step dei trial in accordo con le autorità regolatorie, al fine di provarne l’efficacia su una scala ampia. Le sperimentazioni potrebbero anche essere svolte su più di una tipologia di tumore e si spera che, dato l’efficacia degli attuali vaccini anti-Covid, conseguano il successo sperato. Di certo la notizia rallegra gli animi e potrebbe contribuire a decretare un sostanziale passo in avanti nella lotta contro il cancro.

    A cura di Luisa Bizzoto

    L’articolo Cancro: da Moderna il nuovo vaccino a mRNA è stato scritto su: Biomed | CUENEWS.

    Share

    NEL MONDO
    548,935,393
    Casi totali confermati
    Updated on 27 June 2022 03:32
    All countries
    6,350,765
    Morti totali
    Updated on 27 June 2022 03:32

    GUARDA TUTTI I DATI

    ITALIA

    Italy
    18,234,242
    Casi totali confermati
    Updated on 27 June 2022 03:32
    Italy
    17,332,700
    Guariti totali
    Updated on 27 June 2022 03:32
    Italy
    733,440
    Attuali positivi totali
    Updated on 27 June 2022 03:32
    Italy
    168,102
    Morti totali
    Updated on 27 June 2022 03:32

    Ultimi articoli

    Cure e vaccini

    Articoli correlati

    Ciclo vitale biologico degli animali, scoperto l’orologio che lo regola

    Il ciclo vitale biologico è regolato da un orologio che ne scandisce i tempi....

    La cura delle dipendenze patologiche con l’aiuto delle nuove tecnologie

    Le dipendenze patologiche possono compromettere le relazioni sociali, la salute fisica e il benessere...

    Orologio dell’Apocalisse, mancano solo 90 secondi a mezzanotte

    L’Orologio dell’Apocalisse si sposta in avanti. Mancano solo 90 secondi a mezzanotte, a una...

    Come prendersi cura della pelle matura

    Al raggiungimento dei 50 anni, la pelle di qualunque donna cambia: questo momento, oltre...